Thursday, 26 November 2009

Harry ti presento… Harry (Gli "O's"? Basta fingerli).

A me personalmente non m’è mai passato neppure per l’anticamera del cervello di fingere un orgasmo, l’“O” come lo chiamano gli inglesi. Sarà che non ne ho mai avvertito il bisogno, chissà! Ma comunque: mai dire mai. Continuare a imparare è meglio, giusto per esser preparati a tutto. Ma come ca-a-a…spita si fa? Non sapevo neppure che fosse possibile, figurarsi!
Mi chiedo quale sarebbe la reazione dei più nell’assistere a questa rivisitazione del film di Rob Reiner, “Harry ti presento Sally”: immaginiamo di vedere l’attore Billy Crystal che impersona Harry che, invece di avere dall’altra parte del tavolo la bellissima Meg Ryan a dare dimostrazione di come si finge un orgasmo, tutta intenta a dimenarsi, urtando piatti e bicchieri, a mugugnare e, alla fine, urlare, si ritrova un altro uomo, una sorta di doppelgänger, insomma un altro Harry. La nostra immancabile risata rimarrebbe pur sempre una reazione divertita, autoironica (al contempo dal flebile retrogusto amarognolo) a uno stimolo divertente, per quanto sarcastico – ai limiti dell’offensivo per il maschio orgoglioso? Quanti di noi rimarrebbero pressoché interdetti? Quanti di noi (e mi riferisco proprio a noi uomini) troverebbero un senso nella messa in scena maschile di un orgasmo? Beh che, fino a poco tempo fa, in una tale contingenza io avrei fatto parte degli idioti dall’espressione basita – muto, occhi sgranati e mandibola scesa. Un parte che è una minoranza, a quanto pare.
Infatti ne discutevo col mio amico Uncino, dopo aver letto un articolo di Ian Kerner, “Sex Expert” del “Cosmopolitan”, e dal titolo “Can men fake orgasm?” (Gli uomini possono fingere l’orgasmo?).
«Ma ti pare?» gli ho chiesto incredulo, facendomi gioco della notizia, ancora convinto che fosse quella una finzione.
«Eh sì che mi pare, tesoro!» ha contestato Uncino. «Che, finalmente ci siamo svegliati?».
«Ma perché devo essere sempre l’ultimo a sapere le cose-e?».
Avrei dovuto aspettarmelo, Uncino è sempre avanti a me in certe faccende. Eppure continuo a domandarmi: ma è mai possibile contraffare la vita sessuale di una coppia gay al pari di una etero (una volta una mia ex mi ha confessato di aver finto l’orgasmo e, giuro, non è stato piacevole sentirselo dire), e artefare entrambe come si fa scrivendo un'opera letteraria, disseminandola di “segreti palesi” – per usare le parole di R. Calasso in riferimento ai romanzi di grandi scrittori del calibro di Nabokov e di Goethe? Se sì, tutti sono capaci di fingere (per la serie: “vai a letto con il cane e ti svegli con le pulci”), oppure anche in questo caso si tratta di una prerogativa dei migliori? Ho chiesto cosa ne pensassero anche agli imbianchini che in questi giorni ho in giro per casa. Mi hanno fissato in silenzio per alcuni istanti e… Meglio glissare sulla risposta di entrambi.
Poi mi sono ricordato di un amico che, quand’era in procinto di divorziare, mi ha confessato d’essersi accorto di non provare più attrazione per sua moglie perché, quando facevano l’amore, rimaneva nello stato costante di erezione, senza riuscire a raggiungere l’orgasmo. Oggi finalmente comprendo cosa avesse voluto dirmi alla fine commentando: «Capisci? È per questo che alla fine dovevo…». Lasciò la frase in sospeso. Dal canto mio non mi preoccupai d’indagare, ma sulla base della mia esperienza personale avrei concluso la frase con qualcosa del tipo: «È per questo che alla fine devo lasciar stare»; oppure: «Abbandonare il campo»; chessò: «Rinunciare, confessare, o ammetterlo»!
Invece da una piccola ricerca on-line è chiaro che sbagliavo di grosso. È da almeno un paio d’anni che se ne parla (cfr. “Lavalife Magazine”, marzo 2007, ripreso da “Crociato” su “Gaysocialblog.blogs.it”), e io niente! Il “New York Magazine” (“Nymag.com”), il sito “Malelibido.com”, o lo “8sxe.com” sono tutti d’accordo: «Men bluff for the same reasons as women», vale a dire che gli uomini fingono e come, e lo fanno per le stesse identiche ragioni per cui lo fanno le donne.
Per gli uomini che fanno sesso col profilattico simulare l’orgasmo è più semplice, perché è più facile nascondere la mancanza di prove del raggiungimento della meta estatica. È sufficiente muoversi un po’, come al solito, come conigli in calore, sbuffare, insomma quello che vi pare. Fra chi, invece, è abituato a cavalcare a pelo, c’è chi ne finge uno dopo aver nascosto quello vero e troppo precoce e chi, non riuscendo ad averne nemmeno uno precoce, lo finge e basta, aspettando al calduccio finché non gli si smolla e adducendo la scusa di un problema di aneiaculazione. E Mr. Ned consiglia (un uomo di 57 anni intervistato dal “New York Magazine” e la cui testimonianza è riportata nell’articolo di febbraio 2009 “Snow Job. Women aren’t the only ones who fake orgasm. Men are doing it, too—and getting away with it”) se la tua donna dovesse dubitare e dovesse chiederti: «Che fine ha fatto il tuo sperma?», allora tu potrai sempre rispondere: «Ma che significa, allora il tuo?».
Insomma, lasciandomi alle spalle la vita sessuale etero mi rammaricavo di aver perso molte cose, mentre altre, tipo i falsi orgasmi – sia che fossero un “atto d’amore” sia una presa per il culo -, ero ben felice di essermele lasciate alle spalle. Ma oggi ecco che me le ritrovo tutte qui, ritornano in fila indiana. Scopro ancora una volta che uomini e donne etero, gay e lesbiche, tutti siamo davvero uguali nei nostri comportamenti non solo emotivi ma persino sessuali.
Ma se in una coppia etero si gioca spesso anche sull’ignoranza, o quantomeno sull’insicurezza delle proprie nozioni circa il funzionamento dell’organismo dell'altro sesso, in una coppia gay non dovrebbe essere più facile smascherare chi sta fingendo? O mi sto illudendo ancora una volta?
Certo che sarei più tranquillo se si decidesse tutti assieme, quando non si raggiunge l’orgasmo con il proprio partner, di dirglielo semplicemente, a meno che il motivo sia che siamo reduci da una scappatella. In quel caso – mentite pure.

2 comments:

vic said...

Uh..viste le mie magistrali doti di attore che mi farebbero sgamare pure se rubassi una caramella al supermercato, non ci provo neppure a fingere! Troppo sbatti!! :)
Ma la cosa più importante è: cosa hanno commentato gli imbianchini?? TI PREGO lo voglio troppo sapere!!;-)

Anonymous said...

Anche io non potrei fingere... anche se la situazione del tuo amico sposato, che quand’era in procinto di divorziare, ti ha confessato d’essersi accorto di non provare più attrazione per sua moglie perché, quando facevano l’amore, rimaneva nello stato costante di erezione, senza riuscire a raggiungere l’orgasmo, mi è capitata e non è stato x niente piacevole ve l'assicuro.
Anche io sono curioso si sapere che cosa ti hanno risposto gli imbianchini??? MARK