Wednesday, 21 July 2010

La verità in una mano


La mano di un uomo non va vista più solo come carta d’identità del suo pene. Perché?
L’articolo è di Pat Hagan e il titolo recita: “A long ring finger may mean you're a prostate cancer risk”.
Credo sia importante divulgarlo perché è meglio non dover dire «Non avevo mai sentito nulla del genere», anche se alla fine potrebbe rivelarsi una bufala. No?
Cari maschietti, soprattutto cari i miei coetanei e su di lì, i medici avrebbero scoperto che chi ha il dito anulare molto più lungo dell’indice avrebbe tre volte di più la probabilità di sviluppare il cancro alla prostata.

«Durante lo studio svolto, gli esami del sangue di alcuni pazienti hanno mostrato che gli uomini con l'anulare della mano destra più lungo dell’indice avevano nel sangue livelli di antigene prostatico specifico (PSA) più alto. Questo prodotto chimico talvolta è presente nel sangue in dosi elevate quando c’è un cancro. È stata studiata la mano destra perché la differenza tra la lunghezza del suo dito anulare e del dito indice spesso è superiore a sinistra, in quanto è più sensibile ai cambiamenti ormonali nel grembo materno. I risultati sono gli ultimi di una lunga serie di studi sulla relazione fra la lunghezza delle dita e lo stato di salute negli uomini, la maggior parte dei quali era tesa a evidenziare i vantaggi di un dito anulare lungo».
Pare che un anulare lungo possa indicare anche basso rischio di malattie cardiache, come pure una maggiore fertilità.
Recita inoltre l’articolo:
«Lo scorso anno un team di esperti del “Medical Research Council Epidemiology Resource Unit” presso l'Università di Southampton avrebbe scoperto anche che i giovani con l'anulare più lungo erano dei velocisti in gamba [o potenziali tali]. Tutto è sempre ricollegato al grado di esposizione al testosterone nel grembo materno». Ma il punto è che un alto tasso di testosterone rende più probabile lo sviluppo del tumore prostatico.
Nel corso degli ultimi studi medici dell' Università Gachon Gil Hospital, a Incheon, Corea del Sud, sono stati esaminati 366 uomini di età superiore ai 40 anni che si erano rivolti a una clinica lamentando dei problemi di minzione, sintomo che potrebbe indicare pericolo di cancro.

Così, alla fine, i ricercatori hanno dato comunicazione di quanto esposto finora attraverso il “British Journal of Urology online”. Il cancro alla prostata potrebbe essere predetto in base alla relazione che intercorre fra la lunghezza dell’indice e dell’anulare destri.
«Crediamo che i nostri risultati siano prova sufficiente del fatto che esista una relazione tra le due cose. Quasi 32 mila casi di cancro alla prostata sono diagnosticati in un anno, nel Regno Unito, e 10.000 uomini muoiono a causa di questa malattia».
Eppure Ed Yong, responsabile dell’informazione sanitaria del “Cancer Research UK” ha dichiarato: «Il rapporto fra la lunghezza delle dita è stato collegato a ogni genere di cose in passato […] Ad esempio, questo piccolo studio trova un'associazione tra la lunghezza delle dita e il rischio carcinoma alla prostata, ma non dice se la stessa ratio può essere usata per predirne in modo affidabile il rischio».
Insomma che le mani degli uomini dicono davvero tanto, soprattutto di ciò che hanno in mezzo alle gambe e dintorni.
_______________________________________________
(Fonte: http://www.dailymail.co.uk/health/article-1296364/A-long-ring-finger-mean-youre-prostate-cancer-risk.html)

No comments: