Sunday, 25 July 2010

Scemo chi legge (solo per oggi)

Avevo qualcosa di pronto su argomenti del tipo “I metodi naturali e non per allungare il pene”, o anche sulla sua igiene e salute, ma poi… Non so, forse quei discorsi di ieri sera, a cena…
Cinque over-30 radunati intorno a un piatto d'insalata di farro scondita che ragionavano ancora sull’amore come… Oddio, com’era? Ah, come «tredicenni inesperti della vita», oppure come «subumani cerebrolesi che frignano per qualunque cosa del cazzo succeda loro».
E poi questo brufolo, stamattina.
Quando mi sono svegliato e l’ho visto lì, una volta davanti allo specchio, in bagno, ho pensato a un vecchio proverbio: “U cravunchiu duve nascia fa ra fossa”, ossia “Il foruncolo dove nasce, resta”.
Ne ho sentite tante in TV e lette parimenti sui giornali. Ne ho scritto già molto, cercando di auto-analizzarmi, di raddrizzarmi. Intendo sul fatto di volersi sentire oggetti sessuali, ma che poi quando qualcuno ci tratta come tali ci rimaniamo male; sul fatto che al mondo ci sono solo due cose certe: la morte e l’adulterio; sul fatto che per molti di noi le voglie camminano di pari passo con l’insicurezza, o ancora che “basta coi giochetti nelle relazioni” perché quando si fanno dei giochetti c’è sempre qualcuno che perde e che, quando siamo noi a perdere, l’unico modo per rialzarci incolumi è di schiacciare con forza l’indice su “Fast-Forward”, come dicono nelle sit-com…
Sono stato e continuo a essere criticato per questo, per non discostarmi da tutto ciò, ma è vero… Per quanto sia difficile ammetterlo, è vero: sono come quel foruncolo che rispunta sempre nello stesso posto, fra la narice destra e la piegatura che scende fino al labbro superiore. Beh che, “subumano cerebroleso” è un po’ forte, ma rende di sicuro l’idea.
A volte mi consolo pensando che non sono l’unico a cui spuntano ancora i brufoli a trentatré anni, e allo stesso modo mi deprimo pensando che fra dieci anni, se continuo così, molto probabilmente non sarò cambiato affatto.

…E quindi, siccome è inutile continuare a star qui a scrivere sul fatto se è il caso o no di baciare una persona anche se non sappiamo se vogliamo che sia quella giusta per noi, ma che comunque, baciandola, non c’è pericolo che scappi - almeno per il momento – guadagnando il tempo necessario per schiarirci le idee e, forse, anche per farla soffrire quanto basta, passiamo a ciò che avevo di pronto.
E poiché un articolo sull’importanza dell’igiene dell’organo genitale maschile non venderebbe molto, passiamo a “Quali sono le tecniche di allungamento del pene che funzionano davvero” secondo gli esperti e secondo chi, invece, ci è passato intervenendo sul serio sul proprio corpo con pillole, creme e liquidi, oppure con esercizi naturali (ossia mettendolo in trazione con apparecchi speciali).
Lo so, di solito è più stupido chi scrive di chi si sofferma a leggere.

No comments: