Sunday, 26 September 2010

Sale / Scende

È una giornata stupenda, una domenica post-diluvio così solare che non posso credere al fatto che la metropolitana milanese non sia oramai asciutta dai flutti del Seveso. In effetti venerdì scorso, mentre tornavo in auto dal lavoro subissato dal Giudizio, osservando quei poveretti sorpresi dal temporale mentr'erano in motorino o in bicicletta, mi sono detto che sicuramente avrebbero messo i catenacci ai cancelli e l’avrebbero chiuso per sempre, il métro. A ogni modo oggi è un altro giorno. Di quelli che ti vien voglia di uscire e rimanere fuori all’aperto, conoscere gente nuova, abbracciarla per infettarla con il nuovo virus dell’influenza e avere qualcosa in più da condividere, oltre alla salubre gioia per i nuovi raggi solari.
Quando poco fa sono tornato dal supermercato ho detto a Trilly:
«È una giornata meravigliosa!».
E la sua risposta è stata:
«Sì, ma hanno detto che domani piove…».
Tant’è. Come non detto. Sono tornato subito con i piedi per terra. Ma stasera, raffreddore o non raffreddore, febbre o non febbre, tosse o non tosse, la discoteca non me la toglie nessuno.
Ho voglia di ballare da solo. No, non c’è alcuna intenzione nascosta di fare lo sforzo di conoscere qualcuno, di mettermi di nuovo in ballo, ancora e ancora... Certo, persistono il sogno e l’idea del sesso travolgente, di una relazione a lungo termine – La Relazione – che ti faccia vedere il mondo secondo quell’altra prospettiva (quella che ho già dimenticato da un po’ di tempo, da tanto tempo che non mi pongo più neppure la domanda se valga la pena riprendere la caccia).
Più che lamentarmi di appuntamenti disastrosi, ho ancora voglia di festeggiare lo scampo da ciò che oggi è solo un ricordo, un racconto di cui ridire e con cui far divertire gli amici.
Mi sento pronto. Pronto ad affrontare la pioggia di domani, la fine della fashion-week, di un rientro all’ovile che è anche un po’ la fine di un’epoca (e l’inizio di una nuova).
Alla fine ritengo che, a tutt’oggi, la mia strada sia stata solo discesa. È giunto il momento di farsi un tratto in salita. Chissà. Allora magari è il caso che prima smetta di fumare.
Ci sono salite piacevoli e discese faticose, checché possa suonare come un controsenso.
Oggi scende il cazzeggio in compagnia. Sale il ritorno.
Scende la scrittura. Sale una passeggiata in ginocchio sui sassi.
Scende la compagnia. Sale la sana solitudine lontana dalle critiche, anche quelle costruttive.

6 comments:

nicolò said...
This comment has been removed by the author.
nicolò said...

come sembrano leggere queste parole,e non perchè non parlino di nulla,tutt'altro.
sarà la musica che tengo stretta in un paio di cuffie adesso,sarà che mi sto alleggerendo l'animo pian piano,sarà che c'è voglia di cambiare in onore di un "buon vivere",leggo e stranamente le parole tue iniziano a nuotare nell'aria,a sciogliersi,a farsi più leggere,più lontane,in dissolvenza.
sarà,che nonostante ogni necessità d'amore dell'altro,sentire se stessi è sempre una grande conquista.
e giacchè ti scrivo quando sai trasportarmi,oggi ti regalo la mia musica :)
buon tutto Raffaello.

http://www.youtube.com/watch?v=m57pX0neh68&feature=related

ps:non curarti davvero di nulla,sciogli tutto ballando per te,sono sicuro andrà via anche il raffreddore ;)


nicolò

Madavieč'77 said...

Grazie Nicolò.
Oggi mi ci voleva proprio.
Musica molto rilassante.
=)

Rf

Anonymous said...

Ma esisterà questa famosa mezza mela? Il fine settimana scorso ho visto "Two lovers"...il titolo prometteva bene ma avevo frainteso! Se ne esce devastati...con l'idea che anche quella perfezione iniziale, quella sincronia di intenzioni, sia basata solo su un'immensa e grande bugia in cui vogliamo credere ciecamente. Esiste l'amore perfetto? Quello che ti fa sentire completo e a casa ovunque tu sia? Non lo so più...e inizio a pensare che ci si debba arrendere all'idea di una serena infelicità da dividere in due. Ma resto una sognatrice...e immagino che sia capitato..ad altri!

Madavieč'77 said...

L'amore perfetto esiste.
Non esiste una persona (intesa come individuo) perfetto, giusto nel caso fosse quello che stai cercando. Così come noi non saremo mai perfetti per nessun altro.
Quando lo incontrarai anche tu come gli altri ti sentirai a casa ovunque, anche se non sempre. E forse anche io.

Baci

Anonymous said...

La persona perfetta nel senso "vocabolaristico" del termine non esiste. Ma più che trovare la persona perfetta per me, mi manca la persona per cui io sia perfetta. Con i miei difetti, le mie sbavature, il mio colore che a volte esce dai bordi... Perfettamente imperfetta.