Monday, 8 November 2010

Tigre... Tiger man!

Anche quest’anno il babbo, mia sorella e io abbiamo presenziato all’EICMA (il salone milanese del ciclo e motociclo). E anche quest’anno non ho trovato più di una moto su cui sono riuscito a salire senza farmi finire le ginocchia in bocca, o senza farmi venire i crampi ai polpacci perché la distanza fra pedalino e cambio è troppo stretta per le fette che mi ritrovo al posto dei piedi.
Se l’anno scorso ho gioito per alcuni esemplari della Benelli e della Yamaha, quest’anno – finalmente!! – a darmi la gioia più grande è stata la britannica “Triumph” con la nuova “Tiger 1050”, una tre cilindri che offre 115 cv a 9400 giri e 100 Nm di coppia a 6.250 giri.
L’impianto frenante è radiale come nella “Speed” precedente. Insomma, come chiarisce il nome, siamo di fronte a una motocicletta decisamente sportiva e aggressiva, con gomme 120/70 ZR17 all' anteriore e 180/55 ZR17 al posteriore, il tutto concentrato in 198 kg totali (la versione con ABS ne pesa 201).
Non chiedetemi perché, ma adoro tutto ciò che la “Triumph” produce. Forse a causa di quella sorta di adorazione per quasi tutto quello che arriva da oltre manica e che molti italiani odiano nei propri compaesani.

E in ultimo guardate qui sotto!
Si avvicina l’epoca “Transformer”, ragazzi, con le motociclette che diventano robot.
Non è una figata?

1 comment:

Anonymous said...

Ciao Raff,
no non non non mi piace. Artificiale 1000000%.
Preferisco la macchina de "The Flinstones"
Il robot che vuole essere simile alla gente, ma solo simile e questo si vede da lontano.
Non ha cuore ne anche cervello, perche sta fatto solo dal uomo.
Insomma quando ti vedo girare con una? meglio la macchina,
bel bacio
ps (ancora lavori 15 ore? perche? c`e qualcuno in vacanze?
Sirviuzza