Thursday, 19 May 2011

UTERI IN AFFITTO - PREMESSA SONDAGGIO


Per far sì che i nuovi propositi vadano in porto bisogna impegnarsi.
Per questo, per il mio proposito di avere un figlio, ho parlato con un po’ di enti che si preoccupano di dare assistenza nei processi d’adozione e della fecondazione assistita, pur conoscendo io la legislazione vigente in Italia e, quindi, sapendo in anticipo quale sarebbe stata la loro risposta alla mia domanda: «Che speranza ho di avere un figlio? Cosa posso fare?»
Mi sono presentato a loro, ho fornito tutti i dati necessari per un primo studio del caso, a partire dal codice fiscale fino al mio ultimo 730, ma l’esito finale è stato in tutti i casi pressoché questo:

«Ciao Raffaello,
Nulla poiché la legge italiana impedisce l'adozione nel tuo caso. Non ci sono ad oggi novità a riguardo, unica cosa é attendere che qualcosa cambi in futuro
Saluti».

Chiaro.
Come muoversi a questo punto, se davvero fossi determinato nel mio progetto? Andare all’estero e affittare un utero potrebbe essere una soluzione. I costi sono noti da tempo, sia che ci si rivolga a enti statunitensi, sia che si decida per una soluzione più economica in Russia, o in un altro Paese dell’Europa Orientale.
Cosa succederebbe se invece decidessi di andare avanti comunque in Italia?
Anche alla luce della Legge del 19 febbraio 2004, n.40 in materia di “procreazione medicalmente assistita” mi sono domandato che speranza ho di trovare davvero una donna italiana disposta a fittare il proprio utero per darmi un figlio e, quindi, a non avanzare in seguito alcuna rivendicazione di tipo pecuniario né, per così dire, genitoriale.
Ho deciso quindi di indire una sorta di sondaggio/esperimneto.
Prossimamente metterò on-line un Form da compilare (ho pronta una bozza: «MODULO DI SONDAGGIO AI FINI DELLA CANDIDATURA UTERO IN AFFITTO PER FECONDAZIONE ASSISTITA») a disposizione di tutte le donne di nazionalità italiana e residenti in Italia e/o all’estero che fossero disposte a candidarsi come “noleggiatrici” d’utero per darmi un figlio. Sarebbe anche interessante capire quale potrebbe essere il mio costo.
Ripeto che si tratta solo di un esperimento, una sorta d’indagine. Sono cosciente del fatto che al momento non posso avere figli, ma se davvero un domani le cose cambiassero?

4 comments:

Anonymous said...

uhm..affittare l'utero non è una grande cosa..per chi lo affitta voglio dire.
spero nell'adozione, quello si.
o dovresti accontentarti di generare un figlio, averlo, educarlo, vivertelo ma condividendolo con la madre.
dai, si potrebbe fare.
due persone mature e consapevoli potrebbero riuscirci, e il bimbo se ben cresciuto e amato starebbe benissimo, certo forse da grande preferirebbe espatriare perchè abituato ad una cultura diversa!

Rf said...

Questo me l'hanno fatto già notare. Ma sono scettico in proposito, sai? Non si può mai sapere cosa ci riserva la vita e vorrei ridurre al minimo il rischio di perdere mio figlio.
Rf

Anonymous said...

Mamma mia, un argomento tanto delicato quanto presente nei miei pensieri di questi ultimi anni! Un figli a tutti i costi? Rispondo sì, egoisticamente sì: ciò che sento mancare nella mia vita è proprio questo!
Rimango però dell'idea che l'affitto di un utero non sia la soluzione più idonea per il nascituro, pe mio figlio: a priori si sceglierebbe di privarlo della possibilità di avere una madre: è diverso se disgraziatamente è la vita privarti di tua madre! Pagare per avere un figlio non ti sembra eticamente scorretto? E poi, un dì quando tuo figlio ne verrà a conoscenza, come si sentirà? cosa penserà di te e della mercificazione che ne hai fatto ( tale è!)?
Non è forse meglio pensare ad una forma di famiglia non standard in cui il tuo desiderio di paternità si sposi con quello di una donna che a sua volta vorrebbe essere madre?!
A tutela di noi potenziali padri non esiste a proposito una norma che tuteli e ci dia garanzie una volta dimostrata scientificamente la nostra paternità?
Quante domande eh.
Ciao, fabio

Anonymous said...

Hola Raff,
tutto bene?
Sobre estos temas son los que estoy asistiendo a cursos.
Los mismos me hacen pensar a futuro.
Por ello, te escribiré en otro momento.
Un bel bacio, Tanti auguri del Giorno della mamma per Vittoria,
Sirviuzza