Monday, 18 June 2012

Tesoro, ho la cana lella

Io, Mayor... e Pina, in gita al lago, anzi al lario, come lo chiamano da queste parti.
"Oggi siamo la classica coppia frocia" ha commentato Mayor salendo sul treno verso Colico, accarezzando il muso del suo jack russel con una mano e reggendo la ciotolina con l'acqua nell'altra.
Che rispondere? Era vero. Punto. Ma mi piaceva. Sono stato bene così, all'idea di una giornata di ozio con loro due e il nostro zaino pieno di avanzi di spezzatino alla genovese e di crostata alle prugne. Nessun fastidio per i commenti sussurrati (neanche troppo) dai ragazzini al giro fino a tardi, finalmente liberi dalle scuole, vedendoci arrivare abbracciati, e del tipo: "Guarda, una coppia di omosessuali!" che a volte suonava più come una domanda : ma sono due o-mo-ses-sua-li? Anzi che ci hanno fatto sorridere. L'idea di essere promossi da banali ricchioni a omosessuali ci ha sorpreso con piacere.
Che le nuove generazioni stiano crescendo all'insegna della tolleranza? Esiste davvero un lavoro di educazione sessuale che funziona nelle scuole e nelle famiglie italiane? 
Pare di sì!
Ed ecco che gesti prima ostentati per abituare gli etero alla nostra presenza, da oggi nascono in sordina, nel senso che ci si pensa di meno e, come tutti, si segue l'istinto, la necessità - di un bacio, o di una carezza. E solo dopo si coglie la libertà di cui si è goduto.

Tutto è andato per il meglio. Anche "La Pina" ha incontrato altri cani che hanno attirato la sua attenzione. Ma abbiamo capito presto che non le importa che siano più grandi o più piccoli di lei, anch'essi jack russel, o mastini, no... A dispetto del vanto di Warm Mayor, secondo cui Pina era una buongustaia con la passione per i bei piselloni, la regola negli approcci della cana è sembrata essere piuttosto una, e una soltanto: snob con i maschi, ma annusare il culo delle femmine.
"Ops," ha constatato Mayor "mi sa che ho la cana lella" e, facendo svanire l'ombra iniziale di cordoglio, ha aggiunto orgoglioso che però è chiaro: nella coppia lei è quella che ingroppa.

No comments: